News

Elezioni SIRP

Elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo SIRP

Online i candidati per il rinnovo del Consiglio Direttivo SIRP.
Vota online!


Cosa puoi fare per la ricerca pediatrica

Dona il tuo 5x1000 alla SIRP onlus per la ricerca pediatrica

Grazie al tuo 5 per mille perseguiremo finalità di solidarietà sociale nei confronti dell'infanzia e dell'adolescenza
Codice Fiscale: 95095210639


La SIRP "sulla notizia"

12.03.2014

Scomparsa Prof. Roberto Burgio

Con Roberto Burgio scompare un grande protagonista della Pediatria italiana nella seconda metà del ‘900 e fino a questi anni. Quando, dagli anni ’50 in poi, la straordinaria esplosione di nuove conoscenze scientifiche arricchiva enormemente le possibilità di prevenzione, diagnosi e cura, determinando la nascita delle nuove “specialità pediatriche”, anche per il nostro Paese si poneva la necessità di promuovere tale processo, al tempo stesso mantenendo e consolidando una forte cultura di Pediatria Generale. Si trattava cioè di conferire qualità e sostanza a una nuova evoluzione della Pediatria, che infatti, qualche decennio più tardi, avrebbe assunto nel nostro Paese  la denominazione ufficiale in ambito universitario di “Pediatria Generale e Specialistica”.

In questo contesto l’opera di Roberto Burgio è stata fondamentale. Muovendosi dalla Scuola siciliana e operando prima nella sede di Perugia e poi a lungo a Pavia, egli creava e sviluppava una Sua grande Scuola di Pediatria,  internazionalmente riconosciuta e apprezzata, con numerose specialità pediatriche: immunologia, endocrinologia, ematoncologia, reumatologia, neonatologia, adolescentologia, pneumologia, malattie genetiche, per citarne solo alcune, con proiezioni in numerose sedi sia universitarie che ospedaliere.

Inoltre le sue affascinanti doti comunicative con l’ampia e ininterrotta produzione di trattati e articoli di aggiornamento, sempre animata da felicissima combinazione di rigore scientifico e qualità clinica, hanno costituito un costante punto di riferimento per l’intera comunità pediatrica nazionale sia nei settori più specialistici, sia nel campo di una persistente e solida cultura di Pediatria generale per la pratica ambulatoriale e ospedaliera.

Avere con Lui collaborato in numerose sue attività (la presidenza della Società Italiana di Pediatria, la prima Direzione della Rivista Italiana di Pediatria, le numerose organizzazioni di Congressi e altre manifestazioni, per citarne solo alcune) acuisce il mio rimpianto che non è soltanto dei familiari e degli allievi più stretti ma è di tutti i Pediatri italiani.

 

Armido Rubino
Professore Emerito di Pediatria
Università Federico II, Napoli